Ultime Notizie
LINK Lecce Coordinamento Universitario

ABBIAMO VINTO! Da domani abbonamenti ridotti del 34,30 %

Questa mattina è avvenuta la firma della Convenzione sui trasporti per le linee urbane Sgm che consentirà una riduzione del prezzo del 34, 30 % sugli abbonamenti: in particolare, l’abbonamento ordinario mensile per tutte le linee costerà 19,00€ al posto di 29,00€ e l’abbonamento ordinario mensile per le sole linee 27 costerà 15,90€ al posto di 24,20€.

Negli ultimi anni, abbiamo assistito, infatti, ad innumerevoli e continui adeguamenti delle tariffe dei servizi di trasporto pubblico al tasso di inflazione Istat che spesso superavano tale soglia, comportando aumenti ingiustificati e spropositati, non senza reazioni.

Già dal 5 Ottobre del 2012, infatti, l’associazione Link Lecce, con un sit-in di protesta davanti al Comune di Lecce, denunciò l’aumento del 120% della tariffa SGM (si passava da 10 € a 22,60 €). A seguito del sit-in, ottenemmo l’avvio di una concertazione con il Comune che si concluse in una situazione di stallo per l’atteggiamento di alcuni degli enti coinvolti, fino ad arrivare al secondo aumento, avvenuto nel Luglio del 2013. La nuova tariffa prevedeva il costo di 24,20 € per gli abbonamenti per la sola linea 27 e 29 € per quelli su tutte le linee.

La vicenda cominciò ad avere uno sviluppo concreto dopo l’11 ottobre 2013, quando, alla fine del corteo studentesco che si concluse sotto il Comune, l’associazione Link Lecce ottenne un incontro con Comune, Sgm, Università e ADISU. In quell’incontro Università e Adisu hanno garantito una copertura economica per la convenzione, mettendo a disposizione rispettivamente 30.000€ annui e 15.000€.

Finalmente abbiamo vinto e da domani, 3 dicembre 2013, partirà la Convenzione che permetterà agli studenti di usufruire di abbonamenti a prezzi più favorevoli, nel riconoscimento del diritto allo studio e alla mobilità, che costituisce un diritto inalienabile che supera le logiche del semplice viaggiare e si traduce in uno strumento indispensabile per raggiungere i luoghi della formazione, per intessere relazioni sociali e sviluppare la propria attività.

Ci riteniamo soddisfatti del risultato, poiché si pone in netta controtendenza con il taglio del welfare studentesco e il fortissimo sotto-finanziamento delle Università del Sud. Tuttavia, è necessario sottolineare come questa soluzione arrivi dopo ben 12 mesi di mobilitazioni. Il risultato va visto come un passo in avanti rispetto alla situazione preesistente, ma rimaniamo consci del fatto che i costi siano ancora elevati.

2 dicembre 2013 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *