Ultime Notizie
LINK Lecce Coordinamento Universitario

Proiezione “LA TRATTATIVA” e dibattito con SABINA GUZZANTI

  • 10959672_592052130894894_8986998353968054510_n
  • 10968456_592052137561560_385925185306083425_n
  • 10496142_592052494228191_6987486953982637878_o
  • 10530913_592052394228201_1647971092094957263_n
  • 10711_592052277561546_4672451633624956179_n
  • 1375962_592052204228220_5835414508007425979_n
  • 10959689_592052287561545_8797039930194194835_n
  • 10959717_592052214228219_4885127568820369091_n
  • 10931299_592052160894891_7338661536569407316_n
  • 10457455_592052447561529_4801442116342130450_o
  • 10527263_592052290894878_8326814901964772672_n
  • 10430824_592052364228204_6689594676593662731_n

Sabato, 7 Febbraio 2015, il sindacato studentesco Link Lecce, da sempre particolarmente sensibile alle tematiche di attualità che impegnano il nostro Paese e da sempre in prima linea nel tentativo di fornire validi strumenti nella formazione non solo didattica dei giovani studenti dell’Università del Salento, in collaborazione con Radio Wau, ha organizzato presso l’Aula Magna dell’edificio “Codacci­Pisanelli” la proiezione di “La Trattativa”, film­ documetario diretto da Sabina Guzzanti incentrato su quegli episodi della storia italiana del Novecento comunemente riconducibili a quella che notoriamente viene definita trattativa Stato­ Mafia. La struttura dell’incontro, così come l’ingresso, totalmente esente da costi, ha permesso un’ampia partecipazione all’evento e una grande sensibilizzazione ai temi trattati.

Presentato fuori concorso alla 71esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica a Venezia, il 3 settembre 2014, il film ­ documentario “La trattativa” si presenta come un complesso tentativo, lodevolmente condotto da Sabrina Guzzanti, di riassumere uno dei ventenni più complessi della storia della nostra repubblica, tentando di riassumere in 108 minuti le vicende che iniziano dall’uccisione di Falcone e Borsellino e termina con quel mai processo che vide, sul banco degli imputati, mafiosi e noti nomi della politica italiana. Al termine della proiezione, la stessa regista ha accettato di dedicare parte del proprio tempo al confronto, provando a dare una risposta alle varie sollecitazioni provenienti dalla platea.
La verve satirica caratteristica riconosciuta e apprezzata di Sabina Guzzanti, e contemporaneamente l’altissimo livello di approfondimento della materia han permesso di porre sotto i riflettori un tassello tanto importante quanto misconosciuto della storia della nostra repubblica.

Un momento di approfondimento e di crescita sociale che ha permesso di evidenziare come al centro della produzione cinematografica della Guzzanti non vi sia esclusivamente il sistema mafioso quanto piuttosto la capacità di quest’ultimo di permeare il sistema italiano, facendolo affondare nel fango della corruzione e della mala politica. L’ampia, quanto variegata, partecipazione all’iniziaiva ha permesso di sottolineare l’interesse che la cittadinanza ha nei confronti delle tematiche italiane, e nella consapevolezza che quel pezzo di storia sia un tassello di imprescindibile importanza al fine di poter procedere ad un’analisi critica e matura dell’attuale situazione dello stato italiano.

Un evento, quindi, che ben si allinea con la campagna politica condotta da sempre da Link Lecce nella consapevolezza che la formazione didattica non possa considerarsi compito esclusivo del mondo universitario ma che piuttosto debba essere necessariamente integrato da momenti di approfondimenti e di confronto che permettano agli studenti (e non solo) di alimentare la propria conoscenza e la propria formazione storico civica al fine di una più completa formazione di cittadini consapevoli e informati e , in quanto tali, pronti ad accettare la sfida di un presente che si presenta altamente complesso ma sul quale poter ergere solide basi per un domani caratterizzato da maggiore rigore sociopolitico e da maggiore rispetto dei principi democratici che fondano il nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *