Ultime Notizie

RINNOVATI I SERVIZI PER GLI STUDENTI: ACCOLTA PROPOSTA DI LINK LECCE

Schermata 2016-03-26 alle 13.53.01

Si è svolto mercoledì 23 marzo il Consiglio di Amministrazione dell’Università del Salento in cui è stato portato come oggetto della discussione l’utilizzo dei fondi derivanti dalla contribuzione studentesca, assegnati ai dipartimenti non utilizzati dal 2008 fino al 2013 ad oggi. Si tratta di somme in giacenza nelle nostre casse e non impegnate nè utilizzate, la somma ammonta a € 472.157,79. A questo proposito Link Lecce ha presentato una proposta organica che riguarda le seguenti macro aree: digitalizzazione sistema bibliotecario; digitalizzazione segreterie studenti; implementazione portale Esse3 con carriere degli studenti Erasmus; implementazione rete wi-fi Unisalento; acquisto toghe per le sedute di laurea e  finanziamento laboratori di ottica e optometria. Degli oltre 400 mila euro il consiglio di amministrazione oggi ha deliberato su interventi per un ammontare di  € 181.790,36.

Riteniamo importante impegnare i fondi che per anni sono rimasti inutilizzati nelle casse dell’università. Questi fondi, infatti, derivano dai contributi degli studenti che in questi anni hanno versato, per questo motivo come LINK LECCE alcuni mesi fa avanzammo in Consiglio la proposta di centralizzare queste risorse per evitare che rimanessero inutilizzate per altri anni.” dichiara Pantaleo Sergio coordinatore dell’associazione.

Continua – “A nostro avviso queste risorse devono essere spese per  portare al passo con i tempi i servizi che l’università deve garantire agli studenti. Per questo, come LINK LECCE, abbiamo proposto le seguenti azioni” :

  • Acquisto di 10 toghe per facoltà. Ad oggi nel nostro ateneo le sedute di laurea sono uno degli anelli deboli, nel polo umanistico non ci sono toghe da far indossare agli studenti durante la proclamazione e nel polo scientifico le toghe sono minori al numero di 2 per ogni facoltà, questo intervento permetterà di ridare rigore alla giornata più importante per ogni studente universitario: la propria laurea.
  • Digitalizzazione del sistema bibliotecario. La proposta prevede l’acquisto di libri di testo in formato digitale (ebook), al fine di effettuare direttamente la consultazione o il prestito on line , non dovendosi recare più fisicamente in biblioteca, inoltre, più studenti contemporaneamente potranno prendere in prestito o consultare lo stesso libro digitale. Con gli ebook si potrà agevolare la vita di tantissimi studenti fuori sede o pendolari oltre che innovare un servizio erogato dal nostro ateneo. Accanto a questo intervento, si prevede anche l’acquisto di 15 lettori di ebook in ogni biblioteca, dispositivi elettronici che permettono di caricare un gran numero di testi in formato digitale (ebook) e di leggerli analogamente ad un libro cartaceo. “Questo servizio permetterà agli studenti di consultare i testi in qualsiasi momento e in una quantità illimitata, abbattendo anche i costi dell’attuale sistema bibliotecario tradizionale.”
  • Informatizzazione di alcuni servizi di segreteria studenti. “Grazie a questa proposta si proverà a risolvere l’annosa questione legata delle code interminabili durante il ricevimento di segreteria studenti, la diminuzione degli orari di ricevimento e la diminuzione del personale interno. Alcuni procedimenti, tra cui l’immatricolazione, la procedura di laurea e la consegna dell’isee, potranno avvenire direttamente dal portale studenti, senza dover andare fisicamente in segreteria.” Nello specifico i servizi che saranno digitalizzati senza costringere lo studente a recarsi fisicamente in segreteria sono:
     

Procedura domanda di laurea e consegna tesi on line 

Immatricolazione 

Passaggi di corso e trasferimenti ad altro ateneo 

Modifica piani di studio 

Stampa delle autocertificazioni o dei certificati relativi alla carriera dello studente 

Richiesta di ricezione dei certificati di iscrizione, degli esami sostenuti, di laurea 

Richiesta riconoscimento di esami sostenuti in precedenti carriere 

Certificazione invalidità studente

La proposta prevede anche l’acquisizione ISEE direttamente dall’ agenzia dell’entrate, in questo modo gli studenti non dovranno più andare ai CAS e calcolare l’isee, ma l’università lo acquisirà in modo automatico. 

Nella proposta è prevista anche la digitalizzazione della carriera degli  studenti Erasmus, fino ad oggi non possono prenotare gli esami online nè avere altri servizi digitali, con l’implementazione del portale Esse3 sarà possibile finalmente renderli studenti come tutti gli altri e garantirgli l’usufruizione dei servizi del portale.” Su questa proposta una commissione sarà nominata dal direttore generale per analizzare la fattibilità tecnica e adeguare gli attuali regolamenti.

  • Implementazione e il potenziamento della rete wi-fi unisalento. La proposta prevede da un lato il potenziamento della rete Unisalento acquistando nuovi router che andranno ad implementare la rete wifi unisalento e coprire quei punti dell’università dove manca la copertura della rete, dall’altro si prevede la federazione della rete wi-fi del Comune di Lecce con la rete universitaria Edurom per far arrivare il segnale del wifi unisalento anche nei quartieri cittadini abitati da universitari . “Questo è solo l’inizio – affermano i rappresentanti degli studenti di Link –  vogliamo che in ogni punto della città  lo studente possa avere in qualsiasi parte accesso a internet”.

Oltre agli interventi elencati, tra le proposte, è previsto un finanziamento ad hoc per i laboratori di ottica di optometria, i quali – senza la proposta di Link Lecce – non sarebbero potuti partire, compromettendo l’attività didattica degli studenti.

La proposta di Link Lecce – Coordinamento Universitario è stata recepita con molto entusiasmo da parte degli altri membri del Consiglio di Amministrazione, così da essere approvata. Commenta Pantaleo Sergio  “Ci spiace constatare però come la componente studentesca non sia stata unanime nell’approvazione di questi interventi, e la nostra associazione sia stata l’unica propositiva, proponendo interventi che vanno nella direzione di migliorare la vivibilità di tutti gli studenti unisalento, innovando i processi e i servizi erogati. Siamo infatti del tutto contrari a utilizzare le tasse versate negli scorsi anni dagli studenti per il finanziamento delle borse di dottorato, non possono essere gli stessi studenti a coprire i tagli che vengono dall’amministrazione centrale e dal MIUR, ma è un dovere dell’ateneo correre ai ripari, come già si sta facendo. Le risorse infine, non potrebbero essere spese neanche per la Cittadella della Ricerca, queste non basterebbero a coprire mezzo anno di convenzione, sarebbero un intervento una tantum e ancora una volta crediamo che debba essere l’Università con il Comune e la Regione a farsi carico dei bisogni degli studenti e del territorio, senza università non può esserci futuro, la politica lo deve capire. Questi due problemi necessitano di una programmazione economica strutturata e puriennale, senza trovare soluzioni temporanee, che non sarebbero risolutive del problema, ma rinvierebbero solo la discussione”.

 

Link Lecce – Coordinamento Universitario

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *