Ultime Notizie

SEMINARIO: “SCIENZA E SVILUPPO ECONOMICO: LAQUARTA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE”

Giovedi 5 Maggio 2016 alle h. 11:30 nell’aula Fermi del plesso IBIL (Ecotekne) si terrà il seminario “SOCIETA’ E SVILUPPO ECONOMICO: La quarta rivoluzione industriale” organizzato da Quelli per la Scienza in collaborazione con Link Lecce e Freccia.

 

Tratteremo il tema della “Quarta rivoluzione industriale” ovvero lo sviluppo tecnologico e la sua influenza sulla società. Tecnologie come la stampa 3D oppure le schede programmabili open-source stanno trasformando i sistemi di produzione industriale migliorando l’efficienza e puntando ad un sistema di sviluppo ecosostenibile e biocompatibile. Le risorse naturali da sempre sono utilizzate dall’uomo, tuttavia oggi l’aumento demografico globale e l’enorme impatto ambientale delle attività umane rendono necessario ripensare il modello industriale. Tale trasformazione inciderà profondamente nella società e questo seminario si pone l’obiettivo di capire quali siano le prospettive dei nuovi sistemi di produzione considerando il rapidissimo sviluppo tecnologico.

 

L’incontro sarà introdotto da Natalie Antonazzo (Link Lecce) e interverranno: il Prof. Ing. Domenico Laforgia (Dirigente per lo sviluppo economico e l’innovazione della Regione Puglia) che relazionerà sulle strategie R&D e trasferimento tecologico a livello regionale; il Dott. Valentino Moretto (autore del libro “Come finanziare le città del futuro”) relazionerà sul tema delle città del futuro, smart city e tecnologie digitali per la città; il Dott. Andrea Camposeo (Ricercatore presso CNR nano)  relazionerà sulla rivoluzione della stampa 3D e 4D, sul nuovo manufacturing e su come le tecnologie della stampa 3D e 4D influiranno sulle linee di produzione delle industrie, evoluzione del modello di produzione; il Dott. Cristiano Maci (Maker presso FabLab Lecce) relazionerà sulla stampa 3D, sulla prototipazione rapida e uso di schede elettroniche opensource.

 

Modera: Francesco D’Oria  (Freccia)
LocandinaIngegneria

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *