Ultime Notizie

ACCESSO ALL’INSEGNAMENTO: FINALMENTE DECRETO SUI 24 CFU PER ACCEDERE AL FIT, NEL NOSTRO ATENEO SUBITO APPELLI

Quest’estate è stato finalmente emanato il tanto atteso Decreto Ministeriale concernente i 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche, necessari per l’accesso al nuovo concorso FIT, il nuovo modello di abilitazione all’insegnamento. La pubblicazione di questo Decreto dà delle risposte ai dubbi di moltissimi aspiranti insegnanti. Risposte si, ma non ancora esaustive.

“Dopo mesi di assemblee, mobilitazioni, appelli e mozioni, a partire dalla campagna #iovoglioinsegnare, notiamo con favore che molte delle richieste che abbiamo avanzato a livello nazionale sono state accolte dal Ministero, a partire dalla necessaria gratuità dell’acquisizione dei 24 CFU fuori dal piano di studi per gli studenti che decidono di conseguirli durante la loro carriera – dichiara Sara Ingrosso, rappresentante in CNSU di Link  – gli studenti potranno usufruire di un “semestre bonus” gratuito per conseguirli fuori curriculum prima della laurea, mantenendo la posizione di studente in corso, dunque, continuando ad accedere al diritto allo studio”.

Il Ministero, inoltre, ha accolto la nostra proposta di definire a maglie larghe la rosa degli SSD dei 24 CFU, che, in questa fase transitoria, comprenderanno quasi tutti gli SSD delle discipline antropo-psico-pedagogiche e in tecnologie e metodologie didattiche, ai fini della partecipazione al primo concorso FIT (v. art. 3 decreto).

Tuttavia, se per per gli iscritti vi è la possibilità del semestre gratuito bonus, per tutti i laureati il Decreto fissa una soglia massima a 500 € con progressività in base al reddito e a seconda dei CFU da acquisire.

Crediamo sia profondamente ingiusto far pagare a studenti già laureati o iscritti in III fascia altre centinaia e centinaia di euro per conseguire ulteriori crediti, resi obbligatori solo con la nuova normativa, che gli stessi studenti non potevano conoscere durante il loro percorso di studi. Per questo ribadiamo la necessità di prevedere la gratuità anche post lauream.

Il quadro normativo nazionale non è sufficiente: a queste regole devono adeguarsi tutti gli Atenei in tempo record.

“Chiediamo che sia predisposto quanto prima dal nostro Ateneo il pacchetto di esami per conseguire i 24 CFU.  che serva agli studenti per verificare il possesso dei requisiti di accesso al FIT e ottenere tutte le informazioni utili sui 24 CFU. Infine, crediamo che sia urgente aumentare ad almeno 24 i crediti sovrannumerari acquisibili per ogni percorso di laurea, ulteriore punto indicato dalle linee guida approvate in Senato a luglio” – dichiara Maria Pia De Medici, Senatrice Accademica di Link Lecce.

Grazie all’incredibile partecipazione degli studenti e delle studentesse sono stati fatti importanti passi avanti in questa battaglia, ecco perché non ci fermeremo qua, nelle prossime settimane saremo in ogni corridoio e in ogni facoltà per informare gli studenti e le studentesse, costruire assieme a loro assemblee ed iniziative per rendere realmente accessibile a tutti e tutte il conseguimento dei 24 CFU e quindi la possibilità di avviarsi al percorso per insegnare!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *