Ultime Notizie
LINK Lecce Coordinamento Universitario

SENZA BORSA NON C’È DIRITTO ALLO STUDIO. GLI STUDENTI PUGLIESI ANCORA TUTTI IDONEI NON BENEFICIARI

Ieri 4 dicembre si è tenuto il Consiglio di Amministrazione dell’ADISU Puglia, dove tra i vari punti all’ordine del giorno, è stato approvato il Bilancio di previsione 2018/20.

Durante la seduta abbiamo sottolineato la necessità di accelerare l’erogazione delle borse. Abbiamo appreso che la graduatoria che assegna le borse agli studenti sarà pubblicata entro dicembre, ma per la loro erogazione effettiva si dovrà attendere gennaio, perché ad ADISU mancano ancore le risorse. Siamo ormai a diversi mesi dall’inizio dell’anno accademico e anche le norme nazionali e il Bando ADISU stabiliscono al 31 dicembre la scadenza per l’invio della prima metà della borsa a tutti gli studenti.

“I tempi di erogazione delle borse sono una condizione indispensabile per la tutela del diritto allo studio, altrimenti trasformato in un mero diritto al rimborso delle spese che gli studenti sono costretti ad anticipare – dichiara Enrico Pulieri, rappresentante di LINK in CdA ADISUIn Puglia le graduatorie definiscono ancora tutti gli studenti “idonei non beneficiari” e anche se le borse fossero assegnate con le risorse ad oggi disponibili, non si coprirebbero tutte le domande”.

Al fine di coprire tutte le domande, in diversi incontri svolti con la Regione Puglia e nei Consigli di Amministrazione ADISU, già da luglio abbiamo chiesto di aumentare il fondo ordinario regionale e di poter utilizzare anche ulteriori risorse, attingendo dal Fondo Sociale Europeo per coprire tutte le domande di borsa di studio, possibilità che ieri in Consiglio ci è stata confermata dall’amministrazione.

Questa scelta, tuttavia, deve essere fatta immediatamente, perché gli studenti non possono attendere la fine dell’anno accademico. Per questo chiediamo alla Regione di inviare ad ADISU risorse sufficienti a raggiungere la copertura totale per quest’anno ed inviarle subito, in modo da erogare agli studenti la prima metà delle borse entro dicembre, come previsto dalla Legge. Continueremo a mobilitarci in tutti gli Atenei per una presa di posizione netta in difesa del diritto allo studio da parte della Regione Puglia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *