Ultime Notizie

IL DIRITTO ALLO STUDIO IN PUGLIA. GLI STUDENTI INCONTRANO LE ISTITUZIONI PER CHIEDERE RISPOSTE

WhatsApp Image 2017-12-06 at 15.39.41

Oggi 6 dicembre abbiamo incontrato presso la sede dell’ADISU Puglia a Lecce, l’Assessore regionale Sebastiano Leo, il Presidente ed il Direttore dell’ADISU Puglia, Alessandro Cataldo e Gavino Nuzzo, in visita presso le residenze universitarie della città di Lecce, per verificare direttamente la situazione dei servizi offerti e ascoltare le proposte degli studenti.

“Abbiamo partecipato all’incontro che ha aperto questa visita e al tour delle residenze e mense, per sottoporre all’Assessore e all’ADISU le principali criticità su cui bisogna lavorare e le proposte per migliorare i servizi, contenute in ALL IN – per il Diritto allo Studio, una legge per migliorare il diritto allo studio già depositata in Camera e in Senato –  dichiara Sara Ingrosso, rappresentante in CNSU e ANDISU di LINK”.

Durante l’incontro abbiamo posto sul tavolo diversi punti, dalle borse di studio, alla residenzialità studentesca e ai trasporti.

“Sulle borse di studio abbiamo ribadito la necessità di maggiori risorse per raggiungere la copertura totale ed eliminare la figura dell’idoneo non beneficiario – dichiara Enrico Pulieri, rappresentante di LINK in CdA ADISU – ma servono tempi certi, impedendo che il diritto alla borsa di studio sia declassato a un mero rimborso. Per questo abbiamo chiesto di accelerare l’invio delle borse di quest’anno e che per i prossimi anni ADISU e Regione si impegnino a rendere una prassi il trasferimento delle risorse a inizio dell’anno ed evitare i ritardi”.

Il secondo tema è la residenzialità: a Lecce circa 200 studenti sono rimasti fuori delle case dello studente a causa della carenza di posti, occorre quindi mettere a disposizione alloggi a sufficienza, ma anche attuare degli investimenti per la manutenzione e l’ammodernamento di alcune residenze studentesche a Lecce.

Inoltre, abbiamo sottolineato le criticità sui trasporti, oltre alla residenza “Ennio De Giorgi”, particolarmente critica è la situazione riguardo alla residenza studentesca di Monteroni Lopez y Royo, che è collegata in modo discontinuo alla città di Lecce e alle strutture della formazione.

Infine, abbiamo ribadito che, premessa la copertura totale delle borse di studio, riteniamo che il passo avanti sulle politiche del diritto allo studio nell’agenda della Regione Puglia debba essere quella di ampliare la platea degli studenti beneficiari, ad esempio con servizi aggiuntivi, come un contributo a supporto delle spese per gli studenti fuori sede.

Siamo soddisfatti che l’Assessore al Diritto allo Studio abbia voluto avviare questo confronto con gli studenti e chiediamo prenda in carico le problematiche emerse.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *