Ultime Notizie

FIORINI: CEDE IL CONTROSOFFITTO. MATEMATICI IN RIVOLTA

crollo controsoffitto Fiorini 1

Questa mattina nel corridoio della sala lettura dell’area di matematica del Collegio Fiorini si è verificato il crollo di una parte del controsoffitto sotto gli occhi degli studenti, fortunatamente senza provocare feriti o danni ulteriori. La causa è stata il malfunzionamento di alcune tubature dell’impianto di riscaldamento dell’edificio. “Già ieri il controsoffitto mostrava segnali di cedimento, prontamente segnalati e sottoposti all’attenzione dell’area manutenzione del polo scientifico – dichiara Francesco Gravili, rappresentante nel Consiglio degli Studenti per Link Lecce –  Intervento però che non è bastato a evitare il verificarsi dell’increscioso evento, per cui abbiamo in realtà poco da meravigliarci dato che in questi mesi le nostre numerose e continue segnalazioni agli uffici tecnici sono state costantemente sottovalutate e la situazione, già di per sé critica, non poteva che peggiorare”.

“Abbiamo ritenuto opportuno riportare e affrontare negli organi e nelle sedi di rappresentanza il problema del malfunzionamento dei riscaldamenti in tutto il dipartimento, fonte di numerose difficoltà per lo svolgimento della normale vita universitaria. Con scarsi risultati – dichiara Daniela Gallo, rappresentante degli studenti per Link Lecce – Il crollo del controsoffitto di oggi è solo una delle tante conseguenze dell’inefficace manutenzione, che ha compromesso diversi termoconvettori del collegio, privando gli studenti del riscaldamento per buona parte dell’inverno e alcune zone dell’edificio sono tutt’ora prive di riscaldamento”.

Per la manutenzione dell’edificio sono previsti dei fondi provenienti dal Piano per il Sud, ma molto probabilmente le tubature non saranno interessate dall’impiego di questi 3 milioni e mezzo. In ogni caso l’università non può ignorare il problema e deve provvedere a risolvere in maniera definitiva la situazione, rendendo prioritaria per il nostro Ateneo la mobilitazione di risorse per la manutenzione delle strutture.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *