Ultime Notizie

SEDUTA CONSIGLIO DEGLI STUDENTI 19 GENNAIO

commissione rifiuta

Venerdì 19 gennaio si è tenuto il Consiglio degli Studenti dell’Università del Salento, al cui ordine del giorno vi era la sostituzione dei membri di giunta a causa delle dimissioni dalla stessa di tre consiglieri dell’associazione “Studenti Indipendenti” e il parere non vincolante sul riconoscimento delle associazioni studentesche.

La giunta, individuata in seno al Consiglio degli Studenti, ha ruolo di coordinamento e funzione istruttoria nei confronti dell’organo stesso ed è inoltre tenuta a presentare verbale delle sedute al consiglio intero.

Ad oggi non abbiamo notizia delle riunioni della giunta fatte fino ad ora, il cui operato e le cui scelte non sono mai state sottoposte all’attenzione del Consiglio intero. Possibile che non ci sia ancora stata alcuna riunione di giunta, se essa serve ad istruire la discussione del Consiglio e a raccogliere tutte le informazioni necessarie alla discussione?

Contestualmente ci chiediamo come mai non siano state istituite commissioni o deleghe, e il Consiglio non sia mai stato convocato per dibattere su temi di attualità e diritto allo studio, la cui discussione dovrebbe essere all’ordine del giorno di un organo politico quale il Consiglio degli Studenti è.

La giunta è inoltre responsabile della correzione dei progetti presentati dagli studenti per le tranche di finanziamento, in quanto dispone di una percentuale di risorse da destinare ad attività di implementazione alla didattica ed utili agli studenti.

Nel mandato in corso, e ormai in fase di chiusura, non è stata ancora conclusa nemmeno una tranche di finanziamento, il che è inammissibile: i fondi del cds non sono di proprietà dei consiglieri né delle associazioni di cui essi fanno parte, ma degli studenti. Il mancato utilizzo di questi fondi costituisce quindi un danno gravissimo alla comunità studentesca.

Oltre la sostituzione dei membri di giunta del “Consiglio degli Studenti”, la seduta ha discusso del riconoscimento delle associazioni studentesche, dovendo dare parere non vincolante.

I consiglieri presenti nella seduta erano dodici, di cui solo tre di Link. Il presidente ha impostato la discussione gradualmente e individualmente su ogni associazione senza pretendere requisiti motivazionali sulle prese di posizione dei consiglieri.

L’associazione LINK LECCE non ha dato parere negativo al riconoscimento di “Focus Studenti” bensì si è astenuta, con posizione unanime dei suoi tre consiglieri. Ciò nonostante, non possiamo fare a meno di ribadire la natura politica e non tecnica dell’organo. Nella seduta di ieri, i consiglieri non erano chiamati a esprimere una valutazione sulla base dell’ammissibilità formale delle proposte di riconoscimento. Era pertanto diritto del Consiglio adottare, in sede di valutazione, criteri di adesione alle politiche e alle pratiche delle singole associazioni. Essendo quello del CdS un parere non vincolante, non viene impedito alle associazioni di provvedere al formale riconoscimento, e quindi non comprendiamo su quali basi Icaro e Focus possano parlare di “atto di ostruzionismo”.

Per quanto riguarda il riconoscimento dell’associazione Icaro, essendo nota la relazione diretta di alcuni suoi rappresentanti con l’associazione Blocco Studentesco, la quale aderisce a principi contrari ai valori della nostra Costituzione, i tre rappresentanti di LINK Lecce hanno ritenuto opportuno votare in modo contrario al riconoscimento di tale associazione. Siamo invece sorpresi e confusi dal comportamento assunto dai Consiglieri di Studenti Indipendenti e dal presidente, i quali, pur dichiarandosi vicini ai valori dell’Antifascismo, si sono espressi favorevolmente al riconoscimento.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *