Ultime Notizie

VOGLIAMO STUDIUM APERTO NEGLI ORARI SERALI E NEI WEEKEND!

WhatsApp Image 2018-03-24 at 18.08.52

Ieri eravamo a Studium per rendere espliciti i disagi che viviamo quotidianamente in una città che non offre agli studenti spazi per incontrarsi, studiare, realizzare attività e momenti assembleari e di discussione, accessibili h 24.

Già alcuni mesi fa, con la campagna “2O18: Odissea per lo spazio”, abbiamo denunciato l’assenza di luoghi di aggregazione, di socialità e di studio aperti negli orari serali e notturni e nei weekend e di spazi di cultura formali e informali accessibili e ben gestiti.

Spesso infatti siamo costretti a ricorrere a strutture ed enti privati, che si trovano a compensare le mancanze dei servizi pubblici.

“Abbiamo presentato le nostre richieste nel tavolo tecnico che si è svolto il 31 gennaio con Regione, Comune e Università, durante il quale abbiamo individuato strategie d’intervento comuni per rispondere ai bisogni di noi soggetti in formazione. – dichiara Rosanna Carrieri, coordinatrice di Link LecceUno dei primi obiettivi prefissati è stato quello di individuare risorse per consentire l’apertura dell’intera struttura di Studium negli orari serali e nei weekend, e non solo della saletta studio che è aperta fino alle 18 del sabato ma offre un numero assai limitato di posti. Questo permetterebbe di restituire ai luoghi universitari un ruolo di aggregazione studentesca e una nuova dignità sociale”.

Pertanto abbiamo avanzato una richiesta all’Amministrazione per utilizzare alcuni residui dei fondi destinati ai Dipartimenti e non utilizzati negli anni precedenti (circa 120.000€) sia per l’apertura degli spazi sia implementare e migliorare i servizi destinati agli studenti. Infatti oltre all’apertura serale e nei weekend della struttura Studium (che costerebbe all’amministrazione non più di 40.000€), abbiamo richiesto anche di aumentare del 20% il numero dei contratti di collaborazione studentesca (circa 30.000€ ) e prevedere 100 contributi aggiuntivi per borse di studio Erasmus (circa 50.000€).

Nonostante la proposta complessiva sia sostenibile e fattibile in termini economici, tale discussione è stata più volte rimandata e non presentata nelle sedute del Consiglio d’Amministrazione, rischio che diventa sempre più evidente anche per la prossima seduta del 28 marzo.

“Riteniamo fondamentale che il punto venga inserito nella discussione del prossimo mercoledì e non venga nuovamente posticipato. – dichiara Francesco Liaci, rappresentante degli studenti di Link Lecce – Anche se alcuni rappresentanti degli studenti hanno intenzione di rimandare il punto per interessi personali, non possiamo permettere che questo accada, perché significherebbe danneggiare l’intera comunità studentesca e vanificare la possibilità di implementare concretamente i servizi agli studenti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *