Ultime Notizie
LINK Lecce Coordinamento Universitario

STUDENTI SEMPRE PIU’ PREOCCUPATI DELL’INGRESSO NEL MONDO DEL LAVORO: CONFRONTIAMOCI

Oggi 3 maggio si svolgeranno due importanti iniziative che riguardano l’accesso degli studenti e studentesse nel mondo del lavoro: alle ore 12.30 presso la R26 a Giurisprudenza, alle 14.30 nell’aula C1 presso Studium 6.

Oramai il futuro lavorativo dei giovani è sempre più incerto e gli studenti sono alla ricerca disperata di informazioni per organizzare al meglio il loro percorso di studi, per poter accedere al lavoro dei propri sogni. Tuttavia, spesso, le aspirazioni dei ragazzi sono messe a repentaglio da improvvise novità, che qualche volta presentano non poche problematiche.

È il caso dei laureati in scienze dell’educazione che a causa del decreto legislativo 65/2017, cosiddetta Legge Iori, varata da pochi mesi, non potranno più accedere alla professione di educatore dell’infanzia, che è il principale sbocco lavorativo del corso.

Infatti, il decreto stabilisce che, a partire dal prossimo anno, potranno essere assunti come educatori negli asili nido solo i laureati in Scienze dell’Educazione che abbiano frequentato un indirizzo specifico relativo ai servizi educativi per la prima infanzia, ma il nostro ateneo non prevede un indirizzo del genere!

“La maggior parte degli Atenei non ha adeguato la propria offerta formativa alle novità della Legge Iori, non solo per le tempistiche con cui è stato varato il testo, ma anche perché ancora oggi il MIUR non ha definito i requisiti che dovrebbe avere questo specifico indirizzo per l’infanzia – dichiara Marco Bello, studente di Teorie e Pratiche Educative di LINK LECCE – con la conseguenza che gli studenti sono esclusi dalla professione di educatore negli asili nido”.

“Anche per gli aspiranti avvocati e insegnanti di diritto la strada è in salita, per alcune novità legislative, come quella relativa ai corsi di formazione obbligatori per la professione forense, che potranno essere anche costosi e a numero chiuso, nonché per i molteplici nodi ancora irrisolti che devono affrontare gli aspiranti insegnanti: questi ultimi si devono barcamenare non solo con il raggiungimento dei crediti per la classe di concorso di insegnante di diritto, ma anche nei 24 crediti in materie pedagogiche, antropologiche, didattiche e psicologia – dichiara Eleonora Serafino, di LINK Lecce”.

È per questo che domani si terranno due eventi a Giurisprudenza e Studium,  per provare a costruire un confronto tra studenti e studentesse e discutere di quanto sta accadendo nei nostri corsi di laurea e del nostro futuro lavorativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *