Ultime Notizie

IRREGOLARITÀ NELLE ELEZIONI STUDENTESCHE

rettorato

Ieri sono stati pubblicati i candidati ammessi alle elezioni studentesche per il rinnovo delle rappresentanze per il biennio 2018-2020, ma la competizione elettorale si presenta già piena di zone d’ombra, che fanno sorgere notevoli dubbi sulla regolarità delle procedure.

Infatti, nelle liste pubblicate, compaiono più di 20 candidati che non rispettano i requisiti previsti dal regolamento elettorale, in quanto candidati in più liste contemporaneamente. Un’anomalia che non solo non trova precedenti in alcuna competizione elettorale a qualsiasi livello, ma è anche espressamente vietata dal regolamento elettorale del nostro Ateneo. Infatti l’art. 8, comma 11, stabilisce che “Saranno inoltre depennati i candidati che risultino compresi in più liste o che non risultino in possesso dei requisiti stabiliti dal presente regolamento”.

La commissione elettorale, composta dal magistrato Dott. Massimo Antonio Orlando, Prof. Stefano Polidori, Prof.ssa Marcella Leopizzi, Avv. Carla Graduata, Rag. Maria Cozza, dovrebbe aver fatto le opportune verifiche, ma ci chiediamo come mai possa essere stata avallata o sfuggita questa vistosa irregolarità. Una svista che fa pensare, considerando che esiste un precedente nel nostro Ateneo di segno completamente opposto. Infatti, nel 2010 a fronte del medesimo regolamento, la Commissione Elettorale ha depennato il candidato che era compreso in due liste contemporaneamente. Inoltre, seppure in tutte le scorse tornate elettorali l’associazione Obiettivo Studenti ha stretto accordi con altre associazioni che hanno generato più liste, è la prima volta che gli stessi candidati compaiono contemporaneamente nelle diverse liste, in palese violazione delle regole.

Come mai, nonostante i precedenti contrapposti e il regolamento inequivocabile, sembra che queste associazioni (Obiettivo e Vox Populi) siano andate a colpo sicuro presentando a monte una lista siffatta?

Durante il mandato del Rettore Zara già una volta le elezioni studentesche sono state teatro di scontro tra Ateneo e Studenti, uno scontro finito al vaglio dei giudici. Sarebbe davvero grave se per la seconda volta gli errori dell’amministrazione, errori che di fatto favoriscono alcune liste a discapito di altre, compromettessero nuovamente il regolare svolgimento delle elezioni studentesche, danneggiando così l’intera comunità studentesca. Chiediamo il ripristino della legalità nel nostro Ateneo, per questo è stata presentata formale richiesta di rettifica dell’elenco dei candidati ammessi, firmata da tutte le liste studentesche Link, Adi, Studenti Indipendenti – Udu, Icaro.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *