Ultime Notizie

CONSIGLIO DEGLI STUDENTI: STUDENTI INDIPENDENTI NON RISPONDE AL NOSTRO APPELLO

rettorato

Durante il primo Consiglio degli Studenti, riunitosi lo scorso 20 Giugno, a causa dell’assenza dei numeri necessari per l’elezione del nuovo Presidente, è stato impossibile procedere all’avvio dei lavori del Consiglio degli Studenti, organo di massima rappresentanza studentesca. Al fine di evitare la paralisi di quest’ultimo e garantirne il regolare funzionamento, come Link Lecce – Coordinamento Universitario, associazione studentesca risultata prima lista di ateneo con l’elezione di 14 Consiglieri su 29, abbiamo promosso un appello elaborando una proposta politica e programmatica, aperta a tutti i rappresentanti degli studenti facenti parte delle altre quattro liste elette nel consesso.

L’unica associazione a rispondere è stata Focus Studenti dichiarando pubblicamente la sua disponibilità a dare una maggioranza al Consiglio degli Studenti, mentre Studenti Indipendenti, nonostante dichiarasse di avere una convergenza politica sul nostro ragionamento programmatico rispetto al mandato del Consiglio degli Studenti, ha totalmente ignorato il nostro appello. Nelle scorse settimane abbiamo provato ad avviare con loro un ragionamento politico incentrato sull’antifascismo e sulle battaglie rispetto ai temi sociali condivisi che potesse dare le basi al lavoro dell’organo. Se la convergenza sembrava sussistere sul piano tematico, una strumentale divergenza era palese rispetto alla composizione della giunta del Consiglio, dimostrata nella prima seduta del Consiglio, in cui i rappresentanti degli studenti di Studenti Indipendenti hanno votato un loro rappresentante il cui nominativo non era stato proposto al momento della presentazione delle candidature alla presidenza. E con questo atteggiamento silente di fronte al nostro appello Studenti Indipendenti – Udu conferma di essere animata esclusivamente da una brama di poltrone e non dalla volontà di garantire subito il funzionamento dell’organo. Peraltro, Udu dovrebbe sentire addosso la responsabilità di rimediare alla loro fallimentare presidenza di questi ultimi due anni, la cui malagestione ha gravemente rallentato il lavoro del Consiglio, soprattutto con riguardo alla pubblicazione del bando per la tranche 2016/2017 per il finanziamento dei progetti, che sarebbe dovuta avvenire entro il 15 giugno, come riportato nell’ultimo verbale del precedente Consiglio degli Studenti, svoltosi il 16 maggio 2018.

Ci auspichiamo che domani la priorità di tutti i consiglieri sia quella di avviare al più presto i lavori dell’organo e trovare una soluzione alla paralisi che il Consiglio subisce ormai da troppi mesi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *