Ultime Notizie

TRASPORTI, TROPPI DISAGI PER GLI STUDENTI: SUBITO TAVOLO TECNICO!

Come ogni anno, il ritorno dalle vacanze degli studenti è stato segnato dai malfunzionamenti e dall’inefficienza che da tempo contraddistinguono il servizio di trasporto pubblico: ritardi, corse improvvisamente cancellate, orari inadeguati a coprire tutte le esigenze.

Questi risultano essere solo alcuni dei problemi segnalati più e più volte, e che oramai caratterizzano quotidianamente la vita di uno studente pendolare, il tutto a fronte di un eccessivo costo del servizio, che si discosta fortemente dall’effettiva qualità dello stesso. Utilizzare i mezzi di trasporto pubblico per spostarsi è diventato ormai un privilegio.

 

“Ci siamo più volte adoperati, sia all’interno degli organi di governo dell’Università sia attraverso interlocuzioni e tavoli tecnici con le parti coinvolte, per una maggiore accessibilità del servizio urbano ed extraurbano – dichiara Francesco Gravili, rappresentante degli studenti in Senato Accademico per Link Lecce – Con un lavoro che si è protratto a lungo, a partire dal 2013, siamo riusciti lo scorso anno ad ottenere la riduzione fino a 10 euro mensili per le linee urbane universitarie e 12 euro mensili per le altre linee urbane. Questo rappresenta sicuramente un primo passo, ma non è sufficiente: occorre lavorare nella direzione della gratuità dei trasporti e di un miglioramento reale dei servizi, soprattutto per quanto riguarda i trasporti provinciali”.

 

Sul piano dei trasporti provinciali, infatti, è necessario, visti i forti disagi che gli studenti quotidianamente incontrano, che la provincia di Lecce e le principali aziende di trasporto pubblico che operano nella provincia di Lecce, S.t.p. ed F.s.e., prendano in carico la questione.

In questi anni abbiamo più volte tentato di avviare delle interlocuzioni, tuttavia nessuno è mai intervenuto per potersi confrontare con noi riguardo le esigenze e le difficoltà degli studenti.

Per questo chiediamo al nuovo presidente della provincia, Stefano Minerva, di convocare al più presto un tavolo di lavoro che coinvolga stp, la provincia di Lecce e l’Università del Salento.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *