Ultime Notizie

LINK LECCE, TRASPORTI: NIENTE CASSA SULLE SPALLE DEGLI STUDENTI! VENGANO SUBITO INDIVIDUATE LE RISORSE PER CONFERMARE LE RIDUZIONI DEGLI ABBONAMENTI DI TRASPORTO URBANO

WhatsApp Image 2019-02-04 at 13.31.53

Si è svolto oggi, 4 febbraio, il secondo tavolo tecnico dell’anno tra rappresentanti degli studenti, Università del Salento, Conservatorio, SGM, Adisu e Comune di Lecce, con lo scopo di lavorare sulla bozza di convenzione di trasporto urbano.

Lo scorso anno, con un lavoro avviato già nel 2013, siamo riusciti ad ottenere una riduzione dei costi degli abbonamenti mensili a 10 euro per le linee universitarie e a 12 euro per l’intera rete, riduzione che ha portato ad un evidente incremento degli abbonamenti.

Nel tavolo di oggi il Comune ha dichiarato di non avere le possibilità di stanziare finanziamenti per il mantenimento dei prezzi attuali. A nulla quindi sembrano essere valsi gli stessi dati SGM 2018 che, comparati con quelli del 2017, mostrano un notevole incremento del numero degli abbonamenti (+547 per le linee universitarie, +288 per l’intera rete), che sicuramente è connesso all’abbassamento dei prezzi e alla conseguente maggiore accessibilità del servizio per gli universitari.

Noi di Link Lecce da tempo ci poniamo l’obiettivo di ottenere delle convenzioni con le società di trasporto pubblico urbano e interurbano, con l’obiettivo della gratuità e della massimizzazione dell’efficienza dei servizi. Da anni, inoltre, insistiamo per estendere le convenzioni concordate anche agli studenti dell’Accademia e del Conservatorio, giacché non esistono differenze tra questi ultimi e gli universitari e dovrebbe essere scontato un uguale trattamento. Era sulla base di tali propositi che erano orientate le richieste che avevamo posto già nel precedente tavolo tecnico.

«Apprendiamo con sconcerto la volontà del comune di Lecce di ridurre consistentemente, se non addirittura azzerare, l’impegno finanziario a sostegno della convenzione rispetto alla spesa stanziata l’anno precedente – dichiara Francesco Gravili, rappresentante degli studenti in Senato Accademico per Link Lecce – Riteniamo inaccettabile che un commissario si prenda la responsabilità di non dare seguito a una decisione politica presa dalla precedente amministrazione nel pieno dei propri poteri di rappresentanza e che tanto bene ha fatto nei confronti della comunità studentesca e nella lotta all’inquinamento tramite la sensibilizzazione all’uso dei mezzi di trasporto pubblico».

Durante il tavolo è stato fatto presente dai rappresentanti del Comune come la già esigua spesa di 20.000 euro sulla convenzione “pesi eccessivamente” sulle casse dell’amministrazione. Il benessere della comunità studentesca viene davvero considerato dal Comune come una spesa eccessiva se non addirittura superflua?

A ciò si è aggiunta la volontà di SGM di aumentare nuovamente i prezzi. Sgm pone un problema di sostenibilità dei costi nonostante la quantità consistente di risorse già a regime per finanziare la convenzione. Come può un’agenzia di trasporto pubblico ritenere un problema l’incremento dei propri abbonati? E’ evidente la volontà dell’azienda di speculare sugli studenti senza che ci sia alcuna  intenzione di investire realmente su un miglioramento effettivo del servizio.

«Troviamo altrettanto inaccettabile il comportamento assunto dai rappresentanti dell’associazione studentesca Focus Lecce – dichiara Francesco Pio Liaci, rappresentante degli studenti nel Consiglio di Amministazione – che, anziché esprimere fino in fondo il loro dissenso nei confronti di una situazione che andrà a danneggiare tutta la comunità studentesca, hanno ceduto accettando la posizione del Comune di Lecce e di Sgm, venendo meno al loro ruolo di rappresentanza degli  studenti».

Ci auspichiamo che vengano individuate prima del prossimo tavolo le risorse necessarie al rinnovamento della convenzione, senza un aumento di costi per gli studenti. Se così non fosse, saremo pronti a dare battaglia: sui diritti degli studenti non accetteremo nessun compromesso a ribasso.

 

Link Lecce – Coordinamento Universitario

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *