Ultime Notizie
LINK Lecce Coordinamento Universitario

Lettera aperta delle studentesse e degli studenti sugli spazi universitari e cittadini

Siamo studentesse e studenti universitari, che vivono ogni giorno la città e l’Università di Lecce. Siamo salentini, pendolari oppure fuori sede, e abbiamo scelto di restare qui, nel nostro territorio, perché crediamo fortemente nelle opportunità che può offrire e nella possibilità di riqualificarlo attivamente e collettivamente.

Nella nostra quotidianità sfruttiamo e animiamo continuamente gli spazi universitari e cittadini, e costituiamo anche per questo una parte fondamentale dei processi e delle dinamiche legate a questi contesti. Vogliamo perciò che la nostra vita universitaria si svolga nel pieno riconoscimento del nostro ruolo sociale. 

Abbiamo bisogno di incontrarci, socializzare, studiare in ambienti confortevoli. Abbiamo bisogno di luoghi diffusi e idonei a progettare insieme nuove iniziative e confrontarci con il territorio. Abbiamo bisogno di cultura, e di cooperare attivamente per valorizzare i nostri ambienti. 

Consideriamo lo spazio come uno strumento di espressione personale e collettiva, e riteniamo che la città debba essere il luogo di integrazione piena delle soggettività. Per questo chiediamo che le istituzioni riconoscano le nostre esigenze, e ci offrano la possibilità di costruire insieme una città e un’Università realmente inclusive e accessibili.

In una fase in cui il distanziamento sociale preclude a noi giovani la possibilità di trovare adeguati luoghi di socializzazione e mutualismo, e ci costringe a nuove e complesse modalità formative, come la teledidattica, ci sembra necessario avviare un confronto sugli scenari che si prospettano davanti a noi.

Nei luoghi universitari così come negli spazi pubblici esterni, vogliamo  l’implementazione delle aree destinate allo studio, al coworking e alle manifestazioni culturali, e il relativo prolungamento degli orari di apertura. Nell’ottica di una riqualifica spaziale e culturale del territorio, sarebbe possibile ripensare l’utilizzo degli edifici inutilizzati/abbandonati o anche di quelli già attivi. Crediamo sia importante, per contrastare la segregazione, aprire luoghi di socialità nel centro come nelle periferie, facilitando però le condizioni di mobilità anche in una prospettiva ecosostenibile. 

Un ruolo fondamentale in questo contesto lo hanno tutti gli enti territoriali che collaborano in città, in quanto con questi ultimi può nascere un vero e proprio progetto a lungo termine di ripensamento degli spazi cittadini, partendo anche dai semplici spazi che si hanno a disposizione a livello associativo. Solo un piano progettuale tra Università, Comune ed enti può far nascere nuove prospettive per il nostro territorio.

Per questo, al fine di iniziare a costruire questo processo con tutti i giovani universitari e tutti gli enti territoriali che combattono quotidianamente con questi problemi, la cittadinanza è invitata a partecipare all’evento “RIPARTIAMO DAGLI SPAZI: IDEE E PROGETTI PER VIVERE CITTÀ E UNIVERSITÀ” che si terrà lunedì 5 Ottobre 2020 alle ore 19.00 presso il Chiostro dell’ex Convitto Palmieri a Lecce. Interverranno: Fabio Pollice – Rettore Università del Salento, Luigi De Luca – Direttore Polo biblio museale di Lecce, Rita Miglietta – Assessora Politiche urbanistiche del Comune di Lecce e Silvia Miglietta – Assessora Welfare del Comune di Lecce. Modera: Marianna Ceraso, Studentessa di Giurisprudenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *